Il Rome Docscient Festival è tornato

14 maggio 2014
vincitori-docscient2

ROME DOCSCIENT 2014

4th International Scientific Film Festival of Universities and Research Authorities
PRESENTAZIONE DELLA IV EDIZIONE
9 Maggio 2014

L’evento di presentazione dell’edizione 2014 del Festival Internazionale del Documentario Scientifico, si è tenuto il 9 Maggio presso il cinema dell’Istituto Statale Cine e Tv Roberto Rossellini grazie al contributo del nuovo main sponsor, Acea Spa.

Oltre alle due sezioni nazionali ed internazionali che ospitano i documentari di divulgazione scientifica e i documentari scientifici di intrattenimento, ed al concorso scuola che è giunto ormai alla sua terza edizione, due sono le novità di questa quarta edizione:
- il tema dell’acqua (non vincolante): fra tutti i documentari e video in concorso in qualsiasi sezione quelli inerenti l’argomento acqua saranno oggetto di una ulteriore selezione per una menzione speciale del docscient.
- la prima edizione del Premio Acea Essere Acqua: sezione fuori concorso dedicata a mini web video (durata preferibilmente compresa tra 1 min e 5 min), di natura evocativa sul tema dell’Acqua. Un invito a coinvolgere chiunque negli aspetti più creativi ed artistici che questo tema può offrire. Non sarà quindi necessario un taglio divulgativo o scientifico per partecipare a questa sezione, il premio sarà corrisposto in denaro, come per tutti gli altri premi ed assegnato direttamente da Acea Spa.

L’evento si è aperto con i saluti di Maria Teresa Marano, Preside dell’Istituto Rossellini (dal 2009 partner fondamentale del progetto), e del delegato Acea Spa: Maurizio De Angelis. Tanti gli ospiti che vedevano rappresentato il mondo della ricerca, quello della scuola, dell’audiovisivo, dell’arte e del teatro.

In una platea gremita di studenti della scuola secondaria di cinema e televisione, abbiamo cercato come sempre, di stimolare l’attenzione e il divertimento dei ragazzi coniugando divulgazione scientifica e intrattenimento.

Gli interventi dei relatori si sono aperti con un interessantissima nota di Pietro Greco, Consigliere Scientifico ISPRA e membro della giuria scientifica del Docscient:La Storia Raccontata per Immagini da Galileo ad Oggi. Intervento che ha riscosso molto apprezzamento da parte dei ragazzi del 3° anno della scuola Rossellini che descrive come a partire dal primo disegno della luna di Galileo, concepito per la prima volta come elemento indispensabile di una dimostrazione scientifica, si sia giunti ai nostri giorni ad avere un video targato IBM interamente realizzato da singoli atomi in movimento. Silvia Caravita, ricercatrice in pensione affiliata al CNR-IRPPS (sua l’idea di estendere il concorso Docscient alla scuola), ha spiegato ai ragazzi l’importanza di diventare protagonisti nella divulgazione del sapere e delle conoscenze apprese in classe, e quali ricadute positive può avere questa attività sull’apprendimento. Il maestro Massimo Franchi, docente di tecnica di ripresa della scuola Rossellini, ha introdotto i ragazzi sui concetti base della attività di giuria degli studenti (attività condotta nelle passate edizioni dai loro colleghi più grandi), chiarendo quale spiccata attitudine hanno i ragazzi per la narrazione fatta per immagini e come tendano a rifiutare un linguaggio video statico e poco efficace.

La videoperformance Under Your Breath/Sotto il Respiro, di Daniela Papadia, artista poliedrica e innovativa, ha aiutato a trasferire verso i ragazzi il concetto della natura evocativa dell’acqua che il Premio Acea Essere Acqua intende stimolare. Il video infatti, interamente realizzato sott’acqua con audio ambientale, trasmette al pubblico sensazioni fatte di galleggiamento, sonorità attutite ed immagini velate in grado di rappresentare un momento in comune della nostra vita di mammiferi: il passaggio dall’oblio del ventre materno alla difficoltà della ricerca di una via di uscita. Fino al primo respiro fuori, nel mondo esterno. Particolarmente interessante è stato per i ragazzi della scuola di cinema assistere al backstage del video ed alle tecniche messe a punto per permettere ai corpi di camminare, saltare la corda, e andare in monopattino sul fondo della piscina da apnea.

Le vulcaniche performance dell’attore Andrea Rivera hanno contribuito a mantenere l’evento all’interno di una atmosfera di divertita attenzione, dimostrando come il teatro sia sempre una risorsa importante per i ragazzi e per la scuola, e giocando con le parole.

Con molta semplicità Attilio Vitali, ideatore organizzatore e direttore artistico della manifestazione, ha condotto l’evento in un clima informale cercando e trovando l’interesse dei ragazzi per le tante proposte della giornata. Ha ricordato quanto sia importante per i ricercatori lanciarsi nella produzione audiovisiva trasferendo i contenuti delle proprie ricerche non solo verso l’ambiente accademico ma piuttosto verso il vasto pubblico, e come il docscient rappresenti un appuntamento unico a livello nazionale per chi vuole davvero capire come centrare l’obiettivo di una più efficace divulgazione verso i ragazzi. Il simbolo della comunicazione di questa edizione è rappresentato da un neurone, cellule particolarmente sensibili ed importanti, soprattutto nei giovani. La dinamicità, l’estetica e l’effetto sono importanti nell’audiovisivo, ma sovreccitare troppo frequentemente i neuroni con immagini forti potrebbe causare problemi simili alla dipendenza. Il docscient sceglie per questo produzioni che rappresentano un giusto compromesso tra una divulgazione efficace, attuale, con il giusto effetto, e la necessità di consentire un apprendimento che rispetti la capacità di gestione delle informazioni dei ragazzi.

Lo staff docscient